Lenti a contatto e miopia

Miopia: cause, sintomi e correzione

Cos'è la miopia

La miopia è una patologia oculare che si manifesta attraverso una marcata difficoltà a mettere a fuoco le immagini lontane, mentre la visione da vicino non viene minimamente intaccata. In genere causa non pochi problemi, soprattutto se di entità elevata, durante lo svolgimento delle normali attività della vita quotidiana, come ad esempio quando si è alla guida.

Esistono due tipi di miopia.
Nella Miopia Assiale, il difetto è legato ad una lunghezza eccessiva del bulbo oculare. Nella Miopia Refrattiva, la cornea è troppo ricurva o il cristallino è troppo rotondo e non si appiattisce abbastanza. In entrambi i casi il risultato è che l’immagine si focalizza davanti alla retina (immagine). Questo provoca una visione sfocata delle immagini lontane. In questi soggetti la visione migliora man mano che si riduce la distanza tra l’occhio e il soggetto/oggetto da visualizzare.


                                                  

Sintomi della miopia

I sintomi legati all'insorgenza di questo difetto sono normalmente episodi frequenti di mal di testa oppure senso di pesantezza agli occhi. Questi disturbi sono legati al fatto che l’occhio deve compiere uno sforzo maggiore (accomodazione) per cercare di mettere correttamente a fuoco le immagini.

Le cause della miopia sono sia di natura genetica, come nel caso di genitori affetti da miopia, oppure legati alle abitudini, come tempi lunghi passati a leggere, scrivere o davanti a dispositivi digitali.La miopia è un difetto della vista che può essere corretto in diversi modi. 

Normalmente la miopia insorge intorno ai 10 anni di età e si stabilizza intorno ai 25 anni, sia per miopia lieve che per quella più accentuata. 

Come correggere la miopia

Oltre al tradizionale uso degli occhiali, sempre più pazienti preferiscono ricorrere alle lenti a contatto: nel caso specifico lenti a contatto per la miopia. Sono normali lenti a contatto (dette sferiche) dotate ovviamente di uno specifico potere correttivo cha varia in base al livello di miopia

Per convenzione le lentine che correggono la miopia hanno sempre segno NEGATIVO. Questo tipo di lente a contatto è leggermente più spessa sui bordi che al centro, per quanto la differenza di spessore sia impercettibile quando si indossano le lenti. È proprio grazie alla sua struttura che la lente negativa porta i raggi luminosi sul punto corretto della retina.

                              <a href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna' _cke_saved_href='https://it.freepik.com/foto/donna'>Donna foto creata da freepik - it.freepik.com</a>

Tuttavia è bene ricordare che nel caso più grave di questa patologia, noto come Miopia Generativa, il peggioramento dei sintomi aumenta con il passare degli anni. Si manifesta sempre come Miopia Assiale e la deformazione del bulbo crea una cossiddetta degenerazione del fondo oculare, con compromissione della retina. In questi casi la correzione con le lenti a contatto o occhiali può non essere sufficente ad ottenere una visione perfettamente nitida.

E' bene ricordare pertanto che le lenti a contatto sono dei dispositivi medici. Quindi per indossarle in maniera corretta è necessario consultarsi con il proprio oculista od un ottico optometirsta di fiducia. Senza dimenticare che è ottima norma eseguire controlli regolari della vista, che permettano di avere una valida prescrizione per le lenti a contatto, che consigliamo di rinnovare al massimo ogni due anni.

Caricamento in corso